Gli anelli di fidanzamento che fanno per te

Quella degli anelli di fidanzamento è una tradizione che risale agli antichi egizi, che credevano che i cerchi fossero simboli di eternità. Le coppie sposate si scambiarono anelli fatti di canne intrecciate. Questi erano indossati sull’anulare sinistro, che apparentemente aveva una vena che correva direttamente al cuore, in seguito chiamato Vena amoris.

Avanzando verso il II secolo a.C., si ritiene che gli antichi romani avessero iniziato la tradizione degli anelli di fidanzamento al posto di dare alla sposa denaro o un oggetto prezioso. Ma il simbolismo non riguardava tanto l’amore, quanto la proprietà. Secondo Plinio il Vecchio, lo sposo ha prima donato alla sposa un anello d’oro da indossare durante la cerimonia di fidanzamento e in occasione di eventi speciali, quindi un anello di ferro da indossare a casa, a significare il suo accordo legale vincolante con la sua proprietà di lei.

I diamanti non sono apparsi sugli anelli di fidanzamento fino a secoli dopo. Uno dei primi usi registrati di un anello di fidanzamento con diamante fu nel 1477. L’arciduca Massimiliano d’Austria propose a Maria di Borgogna con un anello incastonato con sottili pezzi piatti di diamanti a forma di “M”. Questo costituì un precedente glamour per La nobiltà europea, che ha aggiunto gemme più preziose ai loro gioielli. Il Medioevo vide anche l’ascesa di “anelli in posa”, bande incise con romantiche poesie d’amore e detti.

Tutto è cambiato quando i diamanti sono stati scoperti in Sudafrica. Nel 1880, Cecil Rhodes fondò la DeBeers Mining Company con altri investitori. Nel decennio hanno controllato il 90% della produzione mondiale di diamanti e hanno trasformato gli anelli di fidanzamento con diamanti in nient’altro che una campagna pubblicitaria. Una volta terminata la Grande Depressione, l’agenzia pubblicitaria della compagnia NW Ayer & Son ha lanciato il suo famoso slogan “Un diamante è per sempre” e ha incoraggiato gli uomini a spendere due mesi di stipendio sul diamante. All’inizio degli anni ’40, gli anelli di fidanzamento diventano la linea di gioielleria principale nella maggior parte dei grandi magazzini.

Il negozio online di Joie Jolie offre una vasta scelta di anelli di fidanzamento, dai classici intramontabili solitari, ad anelli con brillanti, o anche i trilogy, anelli di fidanzamento con tre pietre che simboleggiano “ieri, oggi e domani”. Joie Jolie dispone di anelli di fidanzamento per lo stile e il gusto di ogni sposa, coniugando i giusti metalli, i giusti colori e le giuste pietre preziose.
Trova oggi nel loro catalogo l’anello di fidanzamento ideale per la tua sposa e regalale un’emozione unica e indimenticabile che rimarrà indelebile nella vostra storia d’amore.

 

Pubblicato in lifestyle | Lascia un commento

Come ottenere una dizione perfetta

La Valigia dell’Attore è un laboratorio teatrale molto conosciuto per il team d’insegnanti validi che lo compongono e, a oggi, è diventato un punto di riferimento su tutto il territorio nel settore dizione a Ladispoli. Il corso prevede una formazione cinematografica approfondita, dove conoscerai le basi fondamentali finalizzate a intraprendere quest’attività al livello professionale. Nello specifico si comincia con un accenno alla storia del cinema in cui l’insegnante fornirà degli spunti sulle letture da consultare per una migliore comprensione teorica delle spiegazioni.

Per una formazione cinematografica a tutto tondo sarai seguito a Ladispoli su diversi livelli culturali e linguistici del cinema per quanto riguarda il panorama italiano e quello straniero. In ambito pratico l’approccio in questo settore è divenuto via via più complesso e prevede sempre più nozioni per lo studio degli aspetti produttivi e stilistici che ha reso noti i registi contemporanei che tuttora producono e ottengono successi anche a livello internazionale.
Gli studenti che frequenteranno il corso di formazione cinematografica a Ladispoli saranno stimolati dallo studio e il contatto diretto con le diverse realtà di produzione più rilevanti in Italia. Con le lezioni acquisirai un adeguato processo creativo che è alla base delle dinamiche di comunicazione presenti nel mondo del cinema.

La Valigia dell’Attore nasce nel 2014 come un piccolo laboratorio teatrale, da un’idea di Leonardo Imperi, attore e regista con formazione professionale presso la Scuola Internazionale Clesis di Roma e presso l’Accademia di spettacolo, cinema e teatro Studio 254.

Grazie ad un percorso formativo capace di soddisfare le esigenze di chiunque, oggi La Valigia dell’Attore è diventata un punto di riferimento sul territorio di Ladispoli e dintorni.

L’obiettivo della scuola è promuovere il linguaggio dell’Arte scenica, sia esso teatrale o cinematografico, attraverso lo studio delle tecniche d’immedesimazione, con particolare cura delle percezioni emotive di ciascun allievo.

La Valigia dell’Attore propone corsi a partire dai 6 anni, suddivisi per fascia d’età. La sede delle lezioni è il Centro d’Arte e Cultura di Ladispoli. Da quattro anni inoltre i laboratori teatrali de La Valigia dell’Attore sono presenti nell’orario curricolare di alcuni istituti scolastici del comprensorio Ladispoli-Cerveteri.

Pubblicato in lifestyle | Lascia un commento

Ristorante toscano a Milano: piatti tipici reinterpretati in chiave moderna

òoug5678cvb

La cucina che caratterizza il Ristorante toscano Milano è nel più classico stile toscano ed è qui che per la prima volta si beve il Chianti. Ma ciò che più ci importa sottolineare, è la cura, l’amore con cui il nostro ristorante toscano è sempre stato gestito. Una cucina che spazia dalla classica tradizione regionale italiana, con particolare attenzione alla cucina toscana. Anche il pesce è protagonista, con arrivi giornalieri, per garantire sempre qualità e freschezza.

Il ristorante toscano offre a tutti gli ospiti la possibilità di cenare a base di piatti tipici toscani preparati con ingredienti di qualità e reinterpretati in una chiave moderna e raffinata dal nostro Chef ! Una gestione rinnovata che valorizza la cucina tipica toscana, con alimenti genuini delle aziende locali, la bellezza e la bontà di questa terra ricca di storia e di sapori.

Genuinità e servizio veloce

La filosofia da sempre perseguita dal ristorante toscano è quella di abbinare una cucina genuina e tradizionale, ad un servizio veloce e con un occhio di riguardo al prezzo, poiché questo è sembrato il modo migliore per soddisfare le esigenze che la zona richiedeva. Se siete amanti della selvaggina, del pesce fresco, del tartufo o dei funghi porcini non potete lasciarvi sfuggire una tappa al ristorante toscano. Immerso nel verde delle colline aretine, il ristorante toscano propone le ricette toscane realizzate con ingredienti dal territorio.

La creatività in ogni piatto

La nostra cucina non vuole saperne di uniformarsi al conformismo gastronomico né al grigiore di una cucina standardizzata. Prendiamo spunto dalle ricette della cucina Toscana tradizionale aggiungendo un “tocco” di freschezza e di creatività, sempre consapevoli che “cucinare per qualcuno è prendersi cura della sua felicità”. La cucina del ristorante toscano è quella autentica, fatta di ingredienti semplici e genuini che lo chef sceglie personalmente tra le proposte di stagione. La pasta è fatta in casa, la carne è Chianina, cotta alla brace, i vini (oltre 60 etichette) sono quelli del territorio, Chianti Classico, Colli Senesi, Montalcino, Montepulciano e sono custoditi nella cantina.

Pubblicato in food | Lascia un commento

Spotify e Disney: la nuova alleanza commerciale

Se anche voi sapete a memoria le canzoni de La Sirenetta o di Frozen, la notizia dell’alleanza fra Spotify e Disney non farà che aumentare il vostro entusiasmo. La piattaforma di streaming musicale e il colosso del cinema hanno annunciato, infatti, un accordo che prevede la realizzazione di un «hub musicale dedicato», in cui confluiranno tutte le canzoni e le colonne sonore dei film del gruppo cinematografico. Non solo i classici d’animazione, dunque, ma anche i titoli che appartengono a marchi celebri come Pixar, Marvel e Star Wars. Dall’ascoltatissima Let It Go di Frozen appunto ai classici come Be Our Guest, da La bella e la bestia o You’ve Got a Friend in Me da Toy Story, ma anche brani più recenti come You’re Welcome di Oceania: ecco solo alcune tra le moltissime canzoni che confluiscono in questa nuova selezione. Si parla per ora delle versioni originali in inglese, anche perché l’accordo è stato per ora annunciato dei mercati di Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Australia, benché le playlist siano accessibili anche dall’App italiana, dove si trovano anche i brani in traduzione. Non può mancare anche la colonna sonora del nuovo Il re leone, il live-action in uscita in Italia il prossimo 21 agosto.

Come si vede, le possibilità di guadagno con Spotify sono numerose. Sempre più importanti si fanno, dunque, features di Spotify, quali la possibilità di guadagnare sulle riproduzioni (Plays): in particolare fra gli 0,006 e i 0,0084 dollari per Play (vale a dire tra i 6 e gli 8 dollari ogni 1000 ascolti). Il segreto per riuscire ad ottenere più ascolti e diventare quindi famosi è quello di acquistare un determinato numero di Play Spotify. In questo modo tante band o cantanti totalmente sconosciuti sono arrivati ad avere centinaia di migliaia di ascolti su Spotify, nel giro di poche settimane: grazie al comprare ascoltatori mensili su Spotify.

In questo modo si guadagna inoltre non solo visibilità, ma anche soldi. Grazie ai play su Spotify, si ha un grande aumento dei profitti, proprio perché la piattaforma, come detto, offre pagamenti in base alle visualizzazioni ricevute. Così come per i plays, anche per i follower è possibile dare una spinta iniziale, affinché il nostro canale Spotify acquisisca la giusta reputazione sulla piattaforma e abbia una maggiore visibilità. Per comprare ascolti su Spotify, dovrai affidarti a un’agenzia seria e professionale in grado di assicurarti un pubblico reale e possibilmente in linea con i tuoi obiettivi di marketing. La scelta migliore in tal senso è MyMusicPromotion, in grado di erogare servizi sia locali sia internazionali essendo in contatto con diversi network di DJ e professionisti del settore. In caso si desiderassero Stream, Followers o Ascoltatori nazionali, questi servizi saranno interamente erogati in Italia, nel caso in cui se ne preferissero d’internazionali, il servizio sarà fornito tramite network esteri.

Pubblicato in curiosità | Lascia un commento

Pizzottella: la pizzeria a Porta Romana che stavi aspettando

Ami la pizza romana ma abiti nel milanese? Nessun problema! Basta scegliere il posto giusto dove gustarla al meglio. Come la pizzeria porta romana di Milano Pizzottella, il nuovo brand del gruppo Ranucci e il primo progetto focalizzato sull’offerta della pizza romana in teglia a Milano, nato da un’idea dell’oste romano David Ranucci e del suo storico amico giornalista Fabio Carnevali, con il coinvolgimento di Jacopo Mercuro, quotato pizzaiolo romano.

«Era il 25 settembre 2018 quando accoglievo gli amici, i giornalisti e i blogger nelle sale di Casa Tua Osteria per presentare il mio nuovo progetto», spiega David Ranucci sul sito, ricordando com’è nata l’idea della sua Pizzeria, proprio a Porta Romana, che è ormai divenuta un punto di riferimento nel settore. «Ho portato l’autentica pizza in teglia romana a Milano! Da Pizzottella, che ha aperto in Via Muratori, a pochi passi dallo slargo dove affacciano i miei tre ristoranti e che ormai è stato simpaticamente rinominato “La Piazzetta dell’Oste”, anche i milanesi possono finalmente scoprire la prelibata pizza in teglia romana. L’impasto che sta conquistando i pizzalovers di Milano è frutto della maestria del pizzaiolo Jacopo Mercuro, che ho scelto per accompagnarmi in questo progetto perché, da anni, porta avanti la ricerca sulla pizza romana con grandissima passione».

Per questa pizza speciale, è utilizzato un impasto con pre-fermento ad alta idratazione, usando solo grani italiani certificati. Per la biga, farina di grano tenero 0 con una forza non troppo elevata, ottenuta rinfrescandola il giorno dopo con il 20% di farina di farro. Il risultato è un’alveolatura, una digeribilità e una croccantezza che vi lasceranno senza parole.

«L’impasto con pre-fermento ad alta idratazione, usando solo grani italiani, la farina di tipo 0, rinfrescata il giorno dopo con un 20 per cento di farina di farro e la cottura lenta in forno elettrico», ha scritto il quotidiano La Stampa, «regalano alla Pizzottella un effetto scrocchiarello e un gusto insuperabile a Milano al prezzo accessibile di circa 4 euro al trancio».

 

Pubblicato in food | Lascia un commento